“Le balene sono nude“

(Ass.ne Onlus/Compagnia teatrale ZeroFavole)

con attori – non attori del Laboratorio-scuola ZeroFavole

Ideazione e regia Stefano Masotti

Ass.te regia Clelia Bonini

Testi Stefano Masotti, Maria Balzarelli

Coordinamento pedagogico Sara Brambati

Con il sostegno di Fondazione Alta Mane Italia

no data balene3a4

Foto di Fabio Villa

Le balene sono nude. Si sa. E non si sa. Le balene viste dagli occhi puri di un bambino, sono nude.

Cos’è il mondo di oggi visto con gli occhi di un bambino?

E con quelli di un adulto, che vuole semplicemente accorgersi di cosa sta succedendo?

Le balene sono nude è uno spettacolo che pone domande, accende il riflettore su temi di particolare rilievo della contemporaneità.

Le balene sono nude è uno spettacolo che mostra fotografie in movimento della realtà attuale, istantanee della mediocrità che pare affliggerci, della decadenza in cui siamo scesi, a cui ci siamo abituati.

Ma è anche lo sguardo su cose dolci e tenere, da toccare con mano, che l’uomo è in grado di realizzare, inventare, godere.

È il mondo che passa alla televisione, letto su Wikipedia, conosciuto sul tablet …

Il mondo incontrato e guardato in cortile,

in teatro,

in alto mare …

È il mondo vissuto e raccontato da persone,

con storie diverse,

con realtà diverse,

con condizioni differenti.

È il mondo che vedono i bambini prima di nascere e che gli consegniamo al primo vagito.

Le balene sono nude è un’icona cristallizzata in un rito, un grembo materno, una immagine teatrale.